IUL, IL PICCOLO PITTORE 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Iul&Co. 2009-2024  
 
(Tutti i diritti riservati. E' vietata la riproduzione di ogni parte di questo sito con qualunque mezzo e supporto. I testi e le immagini della Iul&Co. sono di proprietà della Falsi d'Autore Giulio Romano che ne detiene i diritti.)
LA SCOPERTA DI DUE SCULTURE DALL'IMMENSO VALORE 
 
Tanto tempo fa, precisamente il 16 agosto 1972, un pescatore subacqueo di nome Stefano Mariotti, si recò a Riace Marina in Calabria per pescare e quando si trovò a 230 metri dalla costa, si tuffò per scendere sott'acqua più che poteva. Grande fu la sua sorpresa quando vide sbucare dal fondo marino quelle che potevano essere solo delle braccia e delle gambe di  due statue. Quel giorno per lui i pesci non ebbero più importanza rendendosi conto subito di aver trovato un vero tesoro, difatti tale ritrovamento gli fruttò poi ben 125 milioni di lire, i quali a quei tempi erano una grossa cifra di denaro. La sua scoperta fu davvero eccezionale perché si trattava di due statue di guerrieri greci ancora ben conservati, alti uno 1,98 m. e l'altro 1,97 m., risalenti al V secolo a.C. (tra il 460 e il 430 a.C.). Impossibile risalire allo scultore, tuttavia esse testimoniano la bravura degli artisti greci dell'antichità, i quali seppero fare scuola a tutto il mondo divenendo di una maestria insuperabile per qualunque epoca successiva. Si può supporre che le due statue dette “Bronzi di Riace”, si trovassero su una nave che fece naufragio oppure che i marinai le buttarono in mare all'arrivo di una tempesta per liberarsi di un peso in grado di danneggiare l'imbarcazione (400 chili). Si pensa che tali uomini fossero commercianti della Roma antica in quanto essi derubavano spesso i greci delle loro statue per venderle ai ricchi patrizi romani grandi amanti dell'arte greca. I Bronzi di Riace attualmente si trovano nel Museo archeologico nazionale di Reggio Calabria e sono stati ribattezzati : “Il Giovane” e il “Vecchio”. Queste statue di bronzo di meravigliosa perfezione artistica, oggi rappresentano il simbolo più importante non solo del paese di Riace, ma anche della città Reggio Calabria e di tutta la regione Calabria.  
(FAGR 21-06-2024) 
 
I bronzi di Riace 
FAGR-Editore 
Falsi d'Autore Giulio Romano 
 
I LIBRI DI  IUL, IL PICCOLO PITTORE