IUL, IL PICCOLO PITTORE 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Iul&Co. 2009-2023  
CHI ERA IL DIO VULCANO? 
Chi era Vulcano? Chiamato Efesto dai greci antichi, secondo le leggende mitologiche era il dio del fuoco  con la particolarità di essere anche la divinità più brutta del monte Olimpo (luogo dove risiedevano gli dei); era tanto brutto che si racconta spaventò la madre Giunone (detta Era dai greci), quando lo partorì e lei dopo per molto tempo non volle più vederlo. Non fu certo una buona madre perché finché non scoprì i suoi talenti lo tenne sempre lontano da sé. Già, Vulcano di talenti ne aveva davvero parecchi. Era un magnifico fabbro che lavorando con il fuoco sapeva creare infiniti oggetti, compresi i gioielli. 
Risultano suoi capolavori: il trono e lo scettro d'oro di Giove; il carro scintillante di Apollo, dio del sole; la lucida falciola di Demetra, dea dell'agricoltura; le coppe e le guantiere per la mensa degli dei; i seggi degli dei; il diadema di Arianna; la corazza d'oro di Ercole e l'armatura dell'eroe Achille.  
Giove, il padre di tutti gli dei, gli diede in moglie Venere, la dea dell'amore, praticamente il suo opposto giacché ella appariva tanto bella quanto lui brutto per cui non fu un matrimonio felice.  
Sotto la protezione di Vulcano vi si poneva anticamente l'abilità tecnica nei mestieri e a questa divinità sono legate molte leggende scritte proprio per raccontare vari tipi di lavori. 
(FAGR 20-03-2019)  
 
FAGR-Editore 
Falsi d'Autore Giulio Romano